Attrezzi del viaggiatore

Ogni viaggiatore (non turista, viaggiatore) che si rispetti deve avere alcuni attrezzi fondamentali. Questi sono quelli che ho sempre con me.

nikon d7000Reflex: se ti piace scattare foto è imprescindibile. Se non ho abbastanza spazio nello zaino per portarla, è più probabile che lasci a casa le mutande ch la macchina fotografica

a

nital

teleobiettivo: nel mio safari in Kenya ho visto gente fare foto ad animali a 200 metri di distanza con un iPad. Come ho detto, se ti piace fare foto sai quanto è importante.

a

sj4000action cam: è piccola, leggera, fa foto e video a 1080 pixel ed ha una lente grandangolare. Che tu vada a fare rafting in COlorado o un safari in Africa, tirerai sempre fuori ottimi video, e quindi fantastiche memorie dei tuoi ricordi (i ricordi veri salvateli dentro, non su un hard disk). Io ho una SJ400, e ne sono soddisfattissimo.

a

a

a

modopod gopro

monopod: il più importante accessorio dell’action cam. Permette registrare video o scattare foto da un’alto punto di vista, così quando riprendi te stesso (o, dio non voglia, ti fai un selfie) non ne esce un primo piano del tuo naso.

a

a

aa

ipod

a

Mp3 e cuffie: lo ho dimenticato una volta, ed il viaggio di due ore dall’aeroporto di Malaga a Granada è stato il più lungo della mia vita. Inoltre, le cuffie che ti porti da casa sono molto migliori di quelle distribuite sui voli a lungo raggio e, in caso non siano auricolari, permettono di isolare meglio i rumori ambientali e riposare meglio.

a

a

coolpix

a

compatta: non sempre è possibile fare foto con la reflex, o semplicemente molte volte non è possibile portarsela dietro. Avere a portata di mano una compatta è sempre meglio che non avere nessuna macchina fotografica

a

a

lonely

a

guida: che sia una Lonely Planet (la mia preferita) o una Routard, l’importante è avere una guida di buona qualità. Non deve avere tante foto, quelle ognuno se le fa per sè, deve avere consigli utili ed indicazioni precise. Importantissimo leggerla PRIMA di partire, per sapere dove andare e cosa fare.

a

a

manual

manuale di salute per viaggiatori: a nessuno piace ammalarsi in viaggio, sopratutto in posti in cui la sanità non è proprio il massimo (tipo l’Italia). Questo manuale spiega come riconoscere malattie che si possono contrarre in centinaia di paesi e la descrizione di come riconoscerle ed alleviarne i sintomi.

a

a

kit2kit di pronto soccorso: non è necessario essere un soccorritore per utilizzarla. Basta riempirla con i propri medicinali, disinfettante, cerotti e bende. Totalmente inutile se vai in viaggio a Parigi, ma che fai se ti tagli alle falde del Kilimangiaro?

a

a

a

riñonera secretamarsupio segreto: sempre meglio averlo con sè sotto i vestiti per nascondere passaporto e soldi. Utile nei paesi del terzo mondo in cui trovare un bancomat è più difficile che trovare un cane blu.

a

a

gafasocchiali da sole: sembra stupido, ma in moltissimi luoghi, come il deserto o la montagna innevata, il sole può essere molto pericoloso per gli occhi. Io ne porto sempre due paia: una scura per il giorno ed una più chiara per la sera o per le giornate nuvolose.

a

a

kit

kit per riposare in aereo: se devi affrontare un lungo viaggio in aereo, dovrai dormire. Se non sei in prima classe, dormire sarà difficile. Questo ti permette di riposare un po’ meglio. Alcune compagnie aeree (come Austrian Airlines) lo regalano ai viaggiatori intercontinentali, altre (come Austrian Airlines) lo vendono per 5€. In ogni caso, il suo contenuto si compra a meno di 5 € in qualsiasi negozio “cinese”.

a

a

adaptador

a

adattatore: inutile comprarne uno per ogni paese, tanto vale comprarne uno universale. Si trova su internet per 10-15€

a

a

a

impermeable

a

impermeabile: sempre meglio averlo. Ripara meglio di un ombrello, occupa meno spazio di un ombrello, e permette di avere le mani libere per fare foto.

a

a

a

champu

a

schampo e bagno schiuma: nel bagaglio a mano non si possono portare liquidi contenuti in recipienti di capacità maggiore di 100 ml. Avere con sè queste bottigliette permette di avere i propri prodotti senza doverli comprare (e poi abbandonare) sul posto.

Deja un comentario

error: Content is protected !!